mercoledì 3 gennaio 2018

Omosessualità e fascismo

Fritz Wolfgang Samuel Straßmann, auch Strassmann (* 27. August 1858 in Berlin; † 30. Januar 1940 ebenda)
La demonizzazione in Italia dell’omosessualità è avvenuta prima del periodo fascista attraverso la pubblicazione di “Medicina Legale” di Strassmann e Carrara  pubblicato nel 1901, Mario Carrara è stato un medico e accademico, padre della medicina legale in Italia, e passò alla storia come uno dei pochissimi docenti universitari italiani che rifiutarono il giuramento di fedeltà al fascismo.

Mentre Strassmann, era un medico che proveniva da una famosa famiglia di medici ebrei di Berlino, Strassmann era co-fondatore della società tedesca per la medicina giudiziaria . Le sue pubblicazioni più importanti includono il libro di testo della medicina giudiziaria pubblicato nel 1895 e l'antologia della medicina e del diritto penale (1911).


Nel 1930 sotto il fascismo durante la redazione del Codice Rocco, è stato deciso di non rendere illegale l’omosessualità (contrariamente a quanto facevano altri paesi in cui c’era la democrazia). Lo Strassmann Carrara è stato pubblicato nel 1901. Qui si può trovare la gazzetta ufficiale del 1930. E qui si può trovare trovare il testo integrale del codice Rocco. Come si può leggere non ci sono riferimenti all'omosessualità (pag.197 Capo II Delle offese al pudore e all'onore sessuale), Alfredo Rocco era un fascista e l'omosessualità non è stata demonizzata storicamente dai fascisti, ma da un antifascista che ha tradotto in italia il testo di un medico ebreo.

Dopo che i statunitensi 1951 impongono le basi nato in Italia, gli psichiatri statunitensi nel 1952 definiscono l’omosessualità come “personalità psicopatica con patologia sessuale”, e la associano a comportamenti antisociali e violenti come lo stupro, l’assalto sessuale e la mutilazione.

Manuale diagnostico dei disordini mentali, edizione del 1952:

“OOQ-x63 Sexual deviation
This diagnosis is reserved for deviant sexuality which is not symptomatic
of more extensive syndromes, such as schizophrenic and obsessional reactions.
DEFINITION OF TERMS 39
The term includes most of the cases formerly classed as "psychopathic
personality with pathologic sexuality." The diagnosis will specify the type
of the pathologic behavior, such as homosexuality, transvestism, pedophilia,
fetishism and sexual sadism (including rape, sexual assault, mutilation).”

Nel DMS seconda edizione del 1968 addirittura l’omosessualità viene indicata come la prima malattia sessuale:


Lo stesso Sigmund Freud padre della psicoanalisi, in “Introduzione alla psicoanalisi” del 1915, definisce l’omosessualità come una nevrosi, lezione ventesima: